Tutto pronto per la terza edizione del “FareCittà Festival”

CAMPI BISENZIO – Per il terzo anno consecutivo prende il via nel mese di settembre il “FareCittà Festival”. Sei date, due fine settimana in cui l’associazione culturale FareCittà propone varie attività per i cittadini di Campi Bisenzio.

Inizio il 19 settembre con lo spettacolo teatrale di Madri di Carta dal nome “C’è chi ha detto no”, ovvero la narrazione della vita di sedici personaggi femminili che nel mondo hanno opposto rifiuto alle molteplici forme di violenza. Venerdì 20 settembre è già tempo di musica, in collaborazione con la Scuola di musica BlueNote, per dare vita a un Music Joy nel centro di Campi dove suoneranno alcune cover band del territorio. Sabato 21 settembre Farecittà, insieme al movimento Sì Parco No Aeroporto No inceneritore aderisce al World Cleanup day: alle 15 ritrovo alla Rocca Strozzi per la pulizia degli argini del Bisenzio e “la più grande azione civile di pulizia del mondo dalla plastica – si legge in una nota – che lo scorso anno ha coinvolto 17 milioni di persone in 158 paesi”. Venerdì 27 settembre nel segno della politica: iniziativa pubblica in sala consiliare sul tena “La tramvia che serve a Campi”, dibattito informativo a seguito della raccolta di firme dello scorso giugno da parte del gruppo consiliare SI-FareCittà. Sabato 28 settembre l’intero pomeriggio sarà dedicato ai bambini, in collaborazione della Scuola di musica BlueNote, con alcune attività propedeutiche alla musica e di modellismo del legno. Il pomeriggio si concluderà alle 18.30 con uno spettacolo di bolle di sapone.Domenica 29 settembre il festival si chiude con il “Salotto nelle arti” nel Chiosco della Pieve di Santo Stefano dove ci saranno una presentazione di alcuni testi di autori campigiani e una mostra di pittura a cura di Samuele Secchi. Il festival si concluderà con un apericena nel Chiosco.

“Quest’anno abbiamo deciso di cambiare l’impostazione del Festival e credo ne sia uscito un programma completo, – dichiara Andrea Tagliaferri, presidente dell’associazione culturale FareCittà – sei iniziative di cui due culturali, due ricreative e due politiche, credo abbiamo raggiunto un buon equilibrio sotto il profilo dei contenuti. L’aspetto più importante che mi preme sottolineare è che il festival sarà itinerante: questo ci consente maggiormente  di mettere in rete le varie associazioni e sostenere la promozione del territorio e del centro cittadino. Il nostro obiettivo resta quello di provare ad aggregare la comunità nel segno della condivisione e dell’impegno per mantenere viva Campi Bisenzio”.