Tpl, dal 1 giugno il servizio passa ad Autolinee Toscane

FIRENZE – Il 1 giugno prossimo sarà il primo giorno della nuova gestione del trasporto pubblico locale su gomma in Toscana di Autolinee Toscane. Con una delibera approvata all’unanimità dalla giunta, la Regione Toscana ha stabilito che il nuovo contratto di servizio con l’affidamento a lotto unico regionale all’azienda Autolinee Toscane (di proprietà della francese Ratp) avrà efficacia dal 1 giugno 2020 al 31 maggio 2031. Il contratto di servizio sarà firmato a breve.
“Abbiamo deciso di proseguire con la massima celerità per dare attuazione alla gara, – ha spiegato l’assessore a trasporti e infrastrutture Vincenzo Ceccarelli – procederemo con la stipula del contratto, sottoposto ad efficacia differita, all’avvio del servizio programmato per il 1 giugno prossimo”.

L’’avvio del servizio di gara permetterà anche l’attuazione del programma di rinnovo del parco bus previsti nell’offerta, per un numero di oltre 2.000 nuovi mezzi. Nei giorni scorsi la Regione Toscana, di fronte al disaccordo fra AT e gli attuali gestori di One scarl, ha anche deciso e notificato alle parti il cronoprogramma dei subentri e dei passaggi di proprietà dei beni immobili, dei bus e delle attrezzature, che andrà dal 9 di marzo al 10 di aprile. La decisione della Giunta è stata annunciata e presentata ai rappresentanti degli enti locali riuniti la mattina di lunedì 2 marzo nel corso della seduta della Conferenza permanente del tpl, che si è tenuta nel Palazzo del Pegaso, sede del Consiglio regionale della Toscana.