Terzo “Trofeo Puskás”: il torneo del Signa 1914 diventa internazionale

SIGNA – Il trofeo dedicato al nome di Puskás allarga gli orizzonti. L’appuntamento è dal 19 al 21 aprile quando a Signa si giocherà la terza edizione del “Trofeo Ferenc Puskás”, organizzato dalla Società Sportiva Signa 1914 sui due campi dello Stadio del Bisenzio e del Campo Ferenc Puskás (nella foto nel giorno dell’inaugurazione), lo spazio che il Signa calcio ha deciso di destinare al settore giovanile. Il torneo quest’anno vedrà confrontarsi otto squadre della categoria Esordienti (nati nel 2006), sette toscane e una ungherese in rappresentanza della città di Csurgó. Nel dettaglio si tratta di Signa 1914, Csurgó, San Donato Tavarnelle, Cf 2001 (girone A) e Pistoiese, Folgor Calenzano, Lastrigiana, Invicta Valdelsa (girone B). L’ultima giornata si giocherà tutta allo Stadio del Bisenzio e alla premiazione sarà presente Reka Puskás, la nipote del fuoriclasse di Budapest, che consegnerà il trofeo dedicato al nonno alla squadra vincitrice. Il trofeo, una vera e propria opera d’arte, è stato realizzato dallo scultore Piero Ciaramelli. Tanto sport ma non solo. Con la squadra dei giovani giocatori ungheresi arriverà a Signa una delegazione della città di Csurgó per un incontro con il Comune di Signa finalizzato alla definizione di un patto di amicizia, in vista di un futuro gemellaggio. La delegazione sarà composta da János Füstös, sindaco di Csurgó, sua moglie Judit Ábrahám Fustös, direttrice della scuola Mihály Csokonai Vitéz, István Káplár, direttore per lo sviluppo e Mihály Galba, sindaco della cittadina di Bolhás. Insieme a loro anche una delegazione dell’associazione internazionale Wink che si occupa di cultura, arte e sport, composta dal presidente Xiang Wei con sua moglie Chenfeng Huang e dai vice-presidenti Edit Székely e Szamódy Zsolt Olaf. L’incontro si terrà venerdì 19 aprile e sarà accompagnato da una mostra fotografica allestita presso la biblioteca del Comune di Signa con gli scatti di sette fotografi. Ad accompagnare la squadra saranno invece Istvánné Fekete Istvánné, vice-direttrice della scuola Mihály Csokonai Vitéz, e l’allenatore Gábor Kisiván. Oltre al torneo, i ragazzi e la delegazione della città di Csurgó saranno coinvolti in una serie di eventi collaterali, in un mix di sport, cultura e conoscenza reciproca che è alla base della manifestazione: il 18 aprile è prevista la visita al Centro Tecnico di Coverciano, il 19 tappa a Palazzo Pitti e il 20 tutti a Vinci a scoprire il luogo d’origine del grande Leonardo proprio nell’anno in cui si festeggia il cinquecentenario della sua nascita. L’iniziativa, che sarà presentata ufficialmente domani, giovedì 18 aprile, alle 11, nella sede del comitato regionale Coni Toscana (via Irlanda 5, Firenze), è organizzata dalla Società Sportiva Signa 1914 con la collaborazione dell’associazione signese Pollicino Onlus, che rende l’evento di valenza sociale oltre che sportiva, e gode del patrocinio di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Signa, Comune di Lastra a Signa, Coni, Fondazione Artemio Franchi, Museo del Calcio, Confindustria Firenze.