Signa: la storia dei luoghi signesi raccontata con le foto in bianco e nero

SIGNA – La storia di Signa “raccontata” in 10 pannelli fotografici allestiti nei luoghi più caratteristici. Le immagini sono riproduzioni che risalgono ai primi del Novecento dove si mostrano alcune scorci del territorio. E ciascuna immagine del passato sarà collocata nello stesso luogo oggi trasformato in modo da rendere l’idea del tempo trascorso. “Piazza Cavallotti con la statua abbattuta dai fascisti – ricorda l’assessore alla cultura Giampiero Fossi – il ponte di Sant’Alluccio prima della distruzione operata dai tedeschi, la piazza di Lecore senza auto rappresentano alcune tappe di un percorso attraverso la storia nella riscoperta delle nostre autentiche origini. Da un’idea del sindaco Alberto Cristianini è iniziato un lavoro che ha coinvolto, oltre l’assessorato alla cultura e al turismo, il Gruppo Archeologico Signese, con il suo presidente Giovanni Cintelli, depositario di oltre 10mila immagini di Signa, e l’unità operativa manutenzioni con il geometra Alessandro Minucci che ha realizzato e collocato nelle giuste sedi i cartelli turistici”. L’inaugurazione dell’intero percorso sarà sabato 14 luglio alle 11 davanti al Palazzo comunale.