Scuola, cultura e formazione: le proposte di Riccardo Prestini (Calenzano Insieme)

CALENZANO – “La formazione e la cultura devono essere fruibili da tutti: si vive meglio in una città dove esiste un’offerta scolastica, sociale e culturale di qualità, dove le biblioteche e gli spazi di socializzazione sono accessibili e aperti. Attenzione all’edilizia scolastica, maggiore offerta formativa e progetti inclusivi saranno tra le nostre priorità”. A dirlo è il candidato sindaco Riccardo Prestini, sostenuto dalla coalizione Calenzano Insieme, composta da Partito Democratico e lista civica Calenzano Futura.

Il programma della coalizione prevede interventi per il rinnovamento e l’ampliamento del patrimonio edilizio scolastico. Per prima la nuova scuola dell’infanzia a Dietro Poggio, con la liberazione degli spazi oggi utilizzati a Villa Martinez. A seguire la realizzazione della nuova scuola primaria nell’area fra via Mazzini e via del Risorgimento, completando il polo educativo e scolastico che già comprende l’asilo nido e la scuola dell’infanzia. E’ prevista nel programma della coalizione la sostituzione dell’attuale scuola primaria di Settimello, con un nuovo edificio nella stessa area; sarà riqualificato dal punto di vista energetico, funzionale e adeguato dal punto di vista sismico il complesso scolastico di Carraia.

“Doteremo ogni scuola primaria di un’aula multisensoriale – prosegue Prestini – per i progetti di inclusione degli alunni diversamente abili e metteremo a disposizione delle scuole nuove risorse per fare interventi diretti di manutenzione e per investire nelle dotazioni informatiche. Promuoveremo la creazione di ludoteche e spazi gioco per i bambini, anche a sostegno delle famiglie e dei genitori che lavorano. Confermiamo anche l’impegno per l’attività di doposcuola e ci faremo promotori per organizzare nuovi spazi per lo studio”.

In accordo con l’istituzione scolastica, saranno previsti più percorsi di sostegno dedicati alla dislessia e a tutte le problematicità dell’apprendimento e progetti educativi su cittadinanza attiva, educazione civica, educazione ambientale e alimentare, sport, legalità, volontariato, parità di genere, contrasto al bullismo.

Quanto ai luoghi della cultura, “stimoleremo un ruolo attivo per le associazioni – prosegue Prestini – che si occupano a Calenzano di teatro e musica, perché queste attività si estendano anche al di fuori dei loro luoghi usuali e arrivino in mezzo ai cittadini e nella scuola, prevedendo anche formule agevolate per le famiglie in difficoltà. La nostra biblioteca CiviCa, molto apprezzata e frequentata, sarà sempre più accessibile: progressivamente attiveremo aperture per studio e lettura anche il sabato pomeriggio e la sera, ampliando il coinvolgimento delle associazioni. Vogliamo stringere ancora di più la collaborazione con l’Università di Firenze, per rendere ancora più fruibile il Museo del Design, prevedendo la possibilità che ospiti eventi degli studenti e delle associazioni. Per il Museo del Figurino lavoreremo per l’accreditamento e inserimento nel polo museale toscano”.