Pm10. Prorogati i provvedimenti contro le polveri sottili nell’aria

CALENZANO – Prorogati fino alle 8 del 16 gennaio i provvedimenti per ridurre le polveri sottili nell’aria, partiti l’8 gennaio. Il provvedimento è scattato con un’ordinanza dopo il superamento dei limiti del Pm10 e prevede: divieto, in ambito domestico, di accensione di caminetti, stufe, termocamini o termostufe alimentati a legna, qualora non rappresentino il principale sistema di riscaldamento; riduzione del periodo giornaliero di funzionamento degli impianti di riscaldamento a gasolio o pellet, a cura del proprietario, dell’amministratore di condominio o del terzo responsabile dell’impianto termico, che potranno rimanere in funzione al massimo per otto ore giornaliere; riduzione della temperatura dell’aria negli ambienti riscaldati tramite impianti di riscaldamento alimentati a gasolio o pellet, misurata come indicato all’art.1 comma 1, lettera w, del DPR n. 412/1993, a 18° C per gli edifici non rientranti nella categoria E.8 di cui al D.P.R. n. 412/1993 e a 17° C per gli edifici rientranti nella categoria E.8 (Edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali e assimilabili) dello stesso decreto, + 2°C di tolleranza.

Il divieto di circolazione interessa il centro abitato di Calenzano dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30, escluse le seguenti direttrici di traffico: via di Prato, via Vittorio Emanuele, via di Pratignone, via Caponnetto, via Dante Alighieri, via del Mugello (Strada Provinciale n. 8), via del Colle, via delle Cantine. Le limitazioni riguardano alcune categorie di veicoli indicati nell’ordinanza.