Misericordia, la festa della rificolona nel segno del “dramma” di Notre Dame

CAMPI BISENZIO – Uno degli appuntamenti clou della festa della Misericordia è quello con la rificolona. Con il corteo delle rificolone, accompagnato dalla banda musicale della Misericordia di Malmantile, in programma sabato 7 con inizio alle 21. Con le solite certezze di sempre e anche diverse novità. Il corteo partirà infatti alle 21 da piazza Matteotti e, dopo aver sfilato per le vie di Campi, si concluderà a Villa Il Palagio, di fronte alla sede della Misericordia. E qui iniziano le novità: oltre alla premiazione delle rificolone più belle dei bambini, quest’anno riceverà un riconoscimento anche una delle Misericordie presenti alla serata con labaro e, appunto, rificolona. Ma non solo perché, come spiega il “mastro carraio” dell’associazione, “la Misericordia ha deciso di costruire il carro per ricordare un evento che ha toccato i cuori e la sensibilità di tutti noi. Vedere le fiamme che avvolgevano la cattedrale di Notre Dame, a Parigi (nella foto, del marzo scorso, prima del rogo), ci ha fatto pensare che fosse giusto ricordare quei momenti con la realizzazione del carro che, come tutti gli anni, aprirà il corteo. Carro dove appare il frontale della cattedrale, la Madonna rappresentata da una vetrata, le macerie nella parte posteriore che abbiamo voluto ornare con dei fiori a simboleggiare la sua rinascita. La “presentazione”, invece, è ispirata al cartello di ingresso della Metro di Parigi, il tutto su un prato fiorito antistante la cattedrale stessa e contornato dal blu che rappresenta la Senna”. Tanti motivi, insomma, per non mancare sabato sera alla festa della Misericordia. Una festa che arriva dopo il grande successo delle ultime sere: tutto esaurito agli stand gastronomici (con la pecora ovviamente a farla da padrona) così come “sold out” è stato il torneo di burraco, con oltre ottanta persone a sfidarsi nel salone centrale di Villa Il Palagio. Da ieri, inoltre, per tornare all’appuntamento di domani, sabato 7, è aperto lo stand (con personale qualificato e materiali messi a disposizione dalla stessa Misericordia, a offerta libera) per la realizzazione delle rificolone, con tanti bambini che, fra uno “scivolo” e l’altro sui gonfiabili, hanno aspettato il loro turno per fare la rificolona.