Meningite: si tratta di meningococco B. Condizioni cliniche stabili, la prognosi resta riservata

SIGNA – In merito al caso di meningite che ha colpito una ragazza di 25 anni di Signa, ricoverata all’ospedale di Careggi, la tipizzazione eseguita dal laboratorio del Meyer, centro di riferimento regionale, ha dato esito positivo per il meningococco di tipo B. “Questo dato – hanno commentato dall’unità funzionale igiene pubblica – è tranquillizzante in relazione alla notizia dell’avvenuta vaccinazione nel 2016 con Menveo”.
Dall’Azienda Ospedaliera di Careggi hanno comunicato che “le condizioni della persona ricoverata sono stabili e che risponde alle terapie. Per ora la prognosi resta riservata”.
Il meningococco B è diverso dal più aggressivo meningococco C e quindi per il caso in questione, pur trattandosi di una meningite, si ha generalmente una prognosi migliore rispetto alla sepsi. Casi isolati di tale infezione si manifestazione pressoché ogni anno.