Lega e Fratelli d’Italia dicono no al circo. Per la viabilità: “Per i signesi problemi su problemi…”

SIGNA – Non c’è dubbio che da quando è uscita la notizia dell’arrivo a Signa del circo, il dibattito, soprattutto sui social, si sia fin troppo “accalorato”. Così come non c’è dubbio che chiunque svolga una professione in modo onesto, possa e debba essere sempre rispettato. Premessa, questa, che ci è sembrata doverosa anche in considerazione della presa di posizione di Lega (per voce del suo capo gruppo Vincenzo De Franco e dei consiglieri Antonio Morelli e Luca Scala) e Fratelli d’Italia, in questo caso per voce del coordinatore comunale Marco Colzi. Entrambe le forze politiche, infatti, hanno parlato senza mezze misure di uno “spettacolo indecoroso”. Il perché è presto detto e parte, come si legge in una nota congiunta, “dal numero impressionante di camion, roulotte e animali in gabbia: tutto, fuorché un posto dove poter parcheggiare e poter ordinatamente accompagnare i figli dei signesi nel plesso scolastico più grande di Signa, prima di recarsi per tempo sul posto di lavoro”. “Non bastava – aggiungono – una mai risolta problematica di viabilità nel centro cittadino, non bastavano lo smog e le lunghe code: per 10 lunghi giorni i cittadini dovranno essere esposti a questa prevedibile, nuova drammatica sofferenza nell’unico snodo che dovrebbe alleviare l’intensità del traffico cittadino. Eppure l’amministrazione comunale della vicina Lastra a Signa, molto più diligentemente, non ha concesso al circo alcuna postazione, ben valutando le conseguenze e i disagi che potevano essere arrecati alla cittadinanza. Ma a Signa, no, non importa, i signesi non contano nulla, possono accollarsi anche questo ingiusto fardello. E’ con sdegno ma altrettanta decisione che noi della Lega e di FDI chiediamo con la massima urgenza l’intervento dell’amministrazione comunale affinché il disagio sia rimosso, vedendosi diversamente obbligati a chiedere un urgente intervento prefettizio”.