Lastra a Signa: approvato il bilancio. Tariffe e agevolazioni restano immutate

LASTRA A SIGNA – Tariffe invariate, investimenti nel sociale, nella manutenzione delle scuole oltre che nel miglioramento della viabilità del territorio. Con 11 voti favorevoli e 6 contrari è stato approvato nel consiglio comunale di ieri, 18 dicembre, il bilancio di previsione 2020 del Comune di Lastra a Signa. “Una manovra finanziaria – si legge in una nota – che non presenta sostanzialmente nessuna variazione rispetto allo scorso anno per le aliquote Imu, addizionale Irpef, imposta di soggiorno e le tariffe di refezione scolastica e trasporto e inoltre rimarrà immutata a 20.000 euro la fascia Isee per poter aver accesso alle tariffe agevolate per i servizi di trasporto e iscrizione ai nidi”. “Confermata l’esenzione totale dal pagamento dell’addizionale comunale fino ai redditi pari a 13.000 euro annui, la tariffazione agevolata per il pagamento della mensa scolastica per i redditi fino a 36.000 euro, oltre alla previsione di specifiche riduzioni, a partire dal secondo figlio. Per quanto riguarda la Tari, l’aliquota rimarrà in linea con gli anni passati e quindi sostanzialmente invariata rispetto al 2019”.

“Con questa manovra – ha commentato il sindaco Angela Bagni – vogliamo sottolineare ancora una volta lo sforzo dell’amministrazione comunale di mantenere immutate tutte le tariffe, innalzando la spesa sociale e i provvedimenti per le fasce più deboli della popolazione consapevoli del momento storico di fragilità economica e sociale in cui si trovano le famiglie e la maggior parte dei cittadini. All’interno del documento da sottolineare inoltre l’attenzione per il decoro, per la viabilità, al verde e alla sicurezza delle scuole”.

I principali investimenti, in totale 5.509.819 euro con alcuni degli interventi già finanziati e lavori già assegnati nell’anno in corso come la bonifica della rotatoria nell’area stazione FFSS con uno stanziamento di 310.000 euro e la manutenzione di un tratto delle Mura per 300.000 euro, mentre sono in corso le procedure di gara per gli interventi relativi alla copertura della piscina, al primo della variante al capoluogo (investimento di 1.050.000 euro) alla progettazione del secondo lotto della variante per il quale sono messi in bilancio 107.000 euro. Nel 2020 grande attenzione sarà posta agli interventi di manutenzione e alla sicurezza delle scuole con 348.000 euro per il Cpi (Certificato prevenzione incendi di queste ultime), dei cimiteri (152.000 euro), del taglio del verde e sul Centro Sociale, con l’impermeabilizzazione del tetto e il rifacimento dell’impianto elettrico.

Saranno acquistati due nuovi scuolabus per una spesa di 200.000 euro. Per la sicurezza stradale sono previsti diversi provvedimenti come gli acquisti di un T-Red e di un telelaser, oltre al potenziamento dei controlli in materia di assicurazione dei veicoli e revisione ed al rifacimento della segnaletica orizzontale. Sul totale delle uscite sempre molto rilevante il capitolo dell’istruzione e il diritto allo studio con 2.075.000 euro ed aumenta quello per i diritti sociali, le politiche sociali e per la famiglia con 3.616.000 euro, 402.000 euro sono le spese impegnate per la valorizzazione dei beni e attività culturali. Ben 3.539.000 euro sono le risorse assegnate per lo sviluppo sostenibile, la tutela del territorio e dell’ambiente e 576.000 euro quelle per i trasporti e mobilità. “Come di consueto il bilancio, – conclude il comunicato – prima di essere portato all’attenzione del consiglio comunale, è stato concertato con le categorie economiche e le organizzazioni sindacali”.