Inchiesta sui parcheggi abusivi, Marcheschi (FDI): “Un sistema ai danni dei cittadini onesti”

FIRENZE – “Finalmente la Procura di Firenze ha sollevato il velo sullo scandaloso fenomeno dei parcheggiatori abusivi, in particolare alle Cascine, una situazione che Fratelli d’Italia aveva più volte denunciato negli anni”. Non usa certo mezze parole Paolo Marcheschi, consigliere regionale di Fratelli d’Italia, nel denunciare lo scandalo che oggi ha investito la città. “Si tratta – ha aggiunto – di una connivenza tra dipendenti pubblici e soggetti fuorilegge, visto che sono coinvolti un funzionario di Sas (Servizi alla Strada spa) della società interamente partecipata dal Comune di Firenze che gestisce il controllo della sosta nei parcheggi pubblici a pagamento, e alcuni ausiliari del traffico. Accusati di associazione per delinquere, truffa ed estorsione. Sono stati perquisiti anche gli uffici della Sas, un vero e proprio sistema ai danni dei cittadini onesti che pagano i parcheggi contando che i loro soldi vengano usati per migliorare la propria città. Grazie alle denunce la magistratura ha iniziato a indagare. Non può esistere la tolleranza nei confronti di chi calpesta le regole, esattamente come non deve esserci tolleranza per chi doveva controllare e ha lasciato invece che gli abusivi si approfittassero di una fetta della città”.