InCanto a Villa San Lorenzo per parlare di Giovanni Pirelli

SESTO FIORENTINO – Torna il festival “InCanto”, sabato 6 aprile, alle 17.30 all’Istituto Ernesto de Martino a Villa San Lorenzon con la presentazione del libro: “Vita di Giovanni Pirelli. Tra cultura e impegno militante” di Mariamargherita Scotti (Donzelli, 2018). La vita di Giovanni Pirelli, un uomo che ha rinunciato a far parte delle classi dirigenti del capitalismo italiano per dedicarsi alla rivoluzione. Fra politica e cultura: dalla lotta partigiana al sostegno fornito alle lotte di decolonizzazione. Una figura chiave e tutt’oggi quasi sconosciuta, un personaggio geniale ma scomodo, che ha realizzato opere letterarie di fondamentale importanza per la cultura italiana e europea, come le Lettere dei condannati a morte della Resistenza e ha contribuito al decollo dell’operaismo di Raniero Panzieri, dell’Istituto de Martino e del lavoro di Bosio e del Nuovo Canzoniere Italiano, della musica sperimentale di Luigi Nono e, soprattutto, ha introdotto in Italia il pensiero e le opere di Franz Fanon. Un libro appassionante, che utilizza lettere e documenti inediti, confezionati all’interno di un saggio rigoroso, grazie alla maestria di Mariamargherita Scotti. Un libro fondamentale e in grado di aprire nuovi squarci nella comprensione degli anni delle lotte politiche e dei sogni rivoluzionari fra la Resistenza e gli anni ’70.

All’incontro parteciperanno: Simonetta Soldani, un antropologo, Pietro Clemente e Alessandra Ferrini, un’artista che ha appena realizzato una mostra a Villa Romana e Kadija Bove, attrice e cantante.