Fra novità e riconferme, il nuovo coordinamento di Forza Italia si presenta

CAMPI BISENZIO – Le consegnate singolarmente a ogni componente, con un’attenzione particolare alle frazioni. L’impegno a continuare nel lavoro svolto fino a oggi con maggiore impegno “per cambiare Campi”. Presentato questa mattina in sala consiliare il nuovo coordinamento comunale campigiano di Forza Italia dopo l’elezione, al congresso di sabato scorso, di Angelo-Victor Caruso come coordinatore. Cinque uomini e sette donne, ci sono sia novità che riconferme. Chiara Martinuzzi è il vice-coordinatore, Gabriel Balestri il responsabile giovani, Pierfrancesca Gallorini la responsabile di Azzurro Donna, Alberto Attanasio il responsabile Senior e della frazione de La Villa, Michela Barsottini la responsabile scuola e formazione, Carlo Caputo, il responsabile tecnico, Angela Tesi, la referente per San Donnino, Gina Pierini per Capalle, Maddalena Biancu per Sant’Angelo a Lecore mentre Jessica Crisci è il tesoriere. Insieme a Caruso anche il coordinatore provinciale Paolo Giovannini e il capo gruppo in consiglio comunale Paolo Gandola. “E’ motivo di soddisfazione – ha detto Giovannini – vedere un coordinamento come questo, formato da persone desiderose di fare e che è difficile trovare in altri Comuni. La speranza è ovviamente quella di andare sempre a migliorare il lavoro svolto, la prossima sfida sarà quella delle regionali”. “Intanto – ha aggiunto Gandola – un’innovazione importante, quella dei referenti per le frazioni, un ulteriore passo in avanti per migliorare il nostro lavoro sul territorio. Un territorio complicato, dove in questi anni abbiamo fatto tanto e dove possiamo fare ancora meglio. E questo coordinamento propositivo e costruttivo ne è un’ulteriore dimostrazione. Che sia un esempio per tutti i Comuni della cintura fiorentina per recitare, tutti insieme, un ruolo significativo alle prossime regionali”. “Noi – ha detto Caruso – crediamo fortemente che Forza Italia possa crescere, dobbiamo crederci e dobbiamo volerlo fare, dobbiamo lavorare duramente alla nostra neonata organizzazione locale, dobbiamo continuare a selezionare chi ha più voglia di impegnarsi, chi ha più passione civile, più tensione morale. Dobbiamo formare i nostri militanti anche promuovendo corsi interni di formazione. Dobbiamo avvicinare il numero maggiore possibile di concittadini e spiegare loro i nostri programmi, fornire le nostre soluzioni, raccontare i nostri valori e i nostri principi”. Fra i punti “all’ordine del giorno” nell’immediato la viabilità, soprattutto nelle frazioni, le infrastrutture, i mancati lavori in piazza Santo Stefano a Campi all’interno del bilancio partecipato e la proposta di realizzare un piccolo supermercato a Sant’Angelo a Lecore.

Pier Francesco Nesti