Da gennaio rivoluzione nella raccolta rifiuti, Signa passa al sistema misto

SIGNA – Rivoluzione raccolta dei rifiuti a Signa. Dal primo gennaio partirà il nuovo sistema di raccolta misto: porta a porta per carta e plastica mentre il residuo organico potrà essere conferito in contenitori stradali dotati di chiavetta elettronica; stessa cosa anche per l’indifferenziato. Il vetro invece andrà nelle apposite campane.

Questo sistema sarà esteso a tutto il territorio comunale, tranne che a San Mauro, Castello e area industriale, che invece avranno il sistema porta a porta integrale. Queste le vie interessate dal porta a porta integrale: a San Mauro piazza Ciampi, via delle Casacce, via delle Molina (dal n. 2 al 132 e dall’1 al 69); via del Pozzo rosso (dal n. 4 al 10 e dal 35 al 37), via di San Mauro, via del Vecchio Ponte (dal 2 al 26 e dall’1 al 25), via Nannucci. A Castello piazza Bigagli, via Alighieri (dal 34 al 74), via del Castello (dal 76 all’84), via delle Mura castellane, via dell’Orologio, via delle Torri, via Garibaldi, via Santa Maria, vicolo di Mente, vicolo Martini.

La nuova raccolta è stata presentata questa mattina in Comune. “Si tratta di un progetto di raccolta – ha detto l’assessore all’Ambiente Federico La Placa – che prevede un cambiamento radicale rispetto a quello attuale. La diversità tra i vari sistemi di raccolta sul territorio ha contribuito anche a alimentare il fenomeno della migrazione dei rifiuti, sia tra aree diverse del comune, sia da fuori comune, soprattutto per quanto riguarda gli scarti tessili.Questo che partirà a gennaio è un servizio molto simile a quello di Lastra a Signa, già attivo nella zona della Costa e siamo convinti che ci saranno buoni risultati, per arrivare al 70% di raccolta differenziata”. Il sindaco Alberto Cristianini si è detto fiducioso per il progetto “con l’unica preoccupazione che riguarda via Pistoiese, a confine con il Comune di Campi Bisenzio che adotterà un sistema porta a porta integrale; mi auguro che i cassonetti a chiavetta non vengano utilizzati come luogo di abbandoni. In questo senso intensificheremo i controlli della Polizia municipale. Chiederemo di valutare anche altre forme di segnalazione da parte dei cittadini che non si sentano troppo esposti nel denunciare i fenomeni di abbandono”.

Complessivamente saranno 9.213 le utenze interessate dalla trasformazione, 8.031 domestiche e 1.182 non domestiche. Verranno introdotte 127 postazioni che avranno i cassonetti a chiavetta per organico e per indifferenziato e la campana per il vetro. “Si tratta di cassonetti di ultima generazione – ha spiegato Angelo Fazio di Alia – e non avranno una calotta ma un lato che si aprirà a pedaliera dopo lo sblocco della chiavetta per semplificare il conferimento anche in caso di materiale di dimensioni maggiori; la parte per il conferimento si apre solo con la chiavetta elettronica, che registra quanti conferimenti fa l’utente e potrebbe in futuro essere collegata a sgravi. Con questo sistema inoltre aumenterà la qualità del rifiuto differenziato che adesso, per colpa dei non corretti conferimenti o abbandono di rifiuti, vengono ‘inquinati’”.

Il servizio dei comuni della Piana è passato dal primo ottobre alla gestione “pratese” di Alia, cioè all’ex Asm, che nell’ottica aziendale porterà a un ragionamento omogeneo dell’area della Piana con quella pratese, con qualche distinguo per ogni comune, ad esempio Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino si orienteranno su un porta a porta integrale, mentre Calenzano e Signa su un sistema misto. “Soprattutto nel sistema misto come a Signa – ha detto Luca Silvestri di Alia – ci sarà un’attività di controllo costante anche da parte di Alia; la speranza è che dovendo percorrere molti chilometri per gettare illegalmente un rifiuto illegale con rischi annessi, diminuisca il fenomeno degli abbandoni degli scarti tessili e non solo”.

In vista del primo gennaio, a ottobre partiranno le attività informative di Alia e le assemblee pubbliche dell’azienda e dell’amministrazione comunale. Queste le sei date: lunedì 8 ottobre alle 21 all’ex Tiro a volo allo stadio del Bisenzio; l’11 ottobre alle 21 al circolo Donizetti di via di Porto, il 15 ottobre al circolo Stella Rossa in via di Castello, il 18 ottobre alle 21 al circolo Colli Alti via Indicatorio, il 22 ottobre al circolo Sorms di San Mauro in piazza Ciampi, infine il 25 ottobre al Ristoro dell’Arte in via La Pira.

“Abbiamo chiesto ad Alia – ha concluso La Placa – anche di riaprire e ampliare il centro raccolta di via La Pira per ingombranti, apparecchi elettronici Raee.  Chi ha determinati rifiuti da smaltire a breve potrà utilizzare anche quello e potrà avere scontistica sulla quota variabile della tariffa”.