“Chi difende Margherita?”, intensa Gaia Nanni nel reading a CiviCa

CALENZANO – Filomena, Margherita, una madre e una figlia si incontrano, le quattro donne vivono in epoche distanti, ma le loro vite hanno però un filo (di sangue) che le lega. La violenza scatenata nei loro confronti, cadute nella trappola dei sentimenti, di una cultura pesante e parziale, incatenate da sentimenti malati e da convenzioni radicate nei secoli: Filomena, Margherita e le altre sono protagoniste di tre racconti di Maurizio de Giovanni (l’autore del Commissario Ricciardi e de I Bastardi di Pizzofalcone) presentate al pubblico in un suggestivo Reading da Gaia Nanni accompagnata alla chitarra da Gabriele Doria.

Atmosfera di brividi quella creata ieri sera, 4 dicembre alla Biblioteca CiviCa, dalla brava attrice fiorentina Gaia Nanni che ha saputo dare voce a Margherita e alle altre, a quelle donne vittime della follia che le ha denudate di ogni dignità portandole a compiere gesti estremi. Intensa, senza mai cadere nel banale, Gaia Nanni ha saputo “raccontare” le ferite interne che le donne vittime di violenza si portano dentro, per sempre. Bellissimi i testi di Maurizio de Giovanni: il disperato mondo di Filomena negli anni del primo Novecento a Napoli, il sorprendente racconto “Chi difende Margherita?” che ha dato il titolo alla performance e l’ultimo, “Le voci dal muro” una narrazione su piani diversi che ha portato in scena un fatto di cronaca di qualche anno fa.

Gaia Nanni ha poi salutato il pubblico con la poesia Ancora mi rialzo di Maya Angelou.

Lo spettacolo, con la sala della Biblioteca piena, ha concluso gli eventi legati al 25 Novembre la giornata contro la violenza sulle donne organizzato dal Comune.