Calenzano: i lavoratori della Mofopress in assemblea permanente per non chiudere

CALENZANO – Gli 84 lavoratori della Mofopress di via delle Cantine, un’azienda di pressodusione in alluminio di accessori per auto, sono da questa mattina in assemblea permanente. La decisione è stata ssunta a seguito del mancato rispetto degli impegni da parte della Pierburg che, in sede di Tribunale fallimentare di Prato, aveva dichiarato la propria disponibilità a salvare l’azienda calenzanese. La Mofopress snc era stata dichiarata fallita a gennaio ma il Tribunale aveva affidato a due curatori la continuità produttiva dimostrando che l’azienda era in grado di operare almeno in pareggio. La Pierburg si era detta in grado di presentare un possibile acquirente che, però, ieri non si è presentato per la formalizzazione dell’acquisto. La stessa Pierburg, che aveva assicurato l’intenzione di procedere all’affitto d’azienda nel caso l’operazione di quisto non fosse andata a buon fine, non si è presentata al Tribunale di Prato per la formalizzazione. Fiom-cgil e Fim-cisl stanno assitendo  lavoratori (creditori del Tfr e di alcune percentuali di gratifiche passate) e, questa matina, è stato deciso di indire l’assemblea permanente. Ai lavoratori si è presentato anche il sindaco Alessio Biagioli che ha assicurato l’interessamento degli enti locali per trovare una soluzione alla vicenda.