Calenzano: gestione di stampo tedesco per la Mofopress

CALENZANO – Una buona notizia nel mondo del lavoro: la Mo.Fo.Press (Morini Fonderia Pressofusione) di Calenzano potrà continuare l’attività salvando 58 posti di lavoro su 84. Questo grazie ad un lavoro svolto da lavoratori, sindacati, istituzioni per salvare dal fallimento una azienda da quaranta anni sul territorio. La Mo.Fo.Press era fallita nel gennaio scorso. I curatori fallimentari hanno dato in affitto per 18 mesi alla Pierburg di Larciano, azienda che utilizzava i prodotti della ditta calenzanese senza i quali non avrebbe potuto continuare la propria attività. L’accordo sottoscritto prevede che siano salvati 58 posti di lavoro con contratti ex novo ma con un lavoro. Tra un anno la Pierburg dovrà far sapere al Tribunale di Prato se intende continuare questo rapporto, oppure se ci sarà una nuova azienda pronta a rilevare la Mo.Fo.Press. Il sindaco Alessio Biagioli ha ribadito l’impegno da parte del Comune di continuare a monitorare la situazione dell’azienda e ha dato la propria disponibilità ad incontrare la dirigenza della Pierburg affinché questa esperienza parziale, ha detto, possa diventare definitiva.

L’intervento di Massimo Galantini (Fiom-cgil): [youtube=http://www.youtube.com/watch?v=qT3C9MHiBH8]