Bambagioni: “Pd alle Europee, Uniti per Signa alle amministrative: ecco perchè”

SIGNA – Europee e amministrative. In un’unica data, il 26 maggio. Un appuntamento sul quale il consigliere regionale Paolo Bambagioni si è espresso con un comunicato manifestando posizioni “divergenti”. In merito alle europee, “ritengo il Partito Democratico – ha detto Bambagioni – un autentico Partito Europeista che il 26 maggio potrà costituire un argine contro derive nazionaliste e anti-europeiste. Per questo penso che il Partito Democratico avrà un buon risultato e questo consentirà al nuovo segretario Nicola Zingaretti di portare avanti quel processo di rinnovamento interno e di inclusione delle varie sensibilità che si era perso, ma più che altro consentirà all’Italia di essere autorevole protagonista di una riforma dell’Europa che sia più vicina ai popoli e meno succube dei poteri finanziari”. Per quanto riguarda invece Signa “ritenendo esaurita la spinta propulsiva dell’attuale classe dirigente che governa ininterrottamente da circa venticinque anni e di cui anche io sono stato un protagonista, penso si sarebbe dovuto cogliere quelle istanze di rinnovamento, anche generazionale che da più parti giungevano”. “E’ abbastanza chiaro a tutti – continua – che in questi ultimi anni non si sono sapute dare risposte di governo adeguate alle complessità che ci sono e ho il timore che questo possa riproporsi nei prossimi anni. Tengo tuttavia a precisare che i miei sono giudizi politici e prescindono da valutazioni di natura personale verso persone a cui sono legato da stima e amicizia. Per questo ritengo sia utile sostenere il progetto politico nato da un gruppo di cittadini di Signa che si presenteranno alle prossime elezioni con la lista Uniti per Signa e con candidato sindaco Matteo Mannelli, lista nella quale vedo più entusiasmo, passione politica e novità. Del resto le votazioni sono l’occasione per un confronto leale sul futuro della nostra comunità: questo è il sale della democrazia. Come sempre sarà il voto sovrano dei nostri concittadini a indirizzare il futuro governo di Signa”.

P.F.N.