Pignoramenti e atti di vendita di immobili

Inviato da Lettrice

Domanda :

Buonasera. Mio padre ha una casa all’asta per alcuni debiti di una sua vecchia attività. Adesso ha ricevuto una offerta per l’immobile da un privato che non c’entra niente con il pignoramento. E’ possibile vendere la casa? Mi sembra di no perché con questa vendita lui si toglierebbe tutti i debiti. Grazie

Risposta :

Gent.ma Signora,

una volta che il proprietario subisce il pignoramento, per legge si viene a creare un vincolo di indisponibilità sul bene in oggetto. Tuttavia, in maniera assolutamente lecita, il proprietario può entrare in trattative con un terzo, qualora il predetto manifesti l’interesse all’acquisto dell’immobile. La procedura può a questo punto essere più o meno complessa a seconda dei casi, ma in linea di massima, e volendo sintetizzare il più possibile, occorrerà:

- Saldare i creditori, anche mediante una proposta a saldo e stralcio (ovviamente l’immobile dovrà essere trasferito libero fa ogni formalità negativa, e ciò potrà avvenire solo se i creditori saranno soddisfatti ed avranno dato il loro consenso alla cancellazione del pignoramento rinunciando alla procedura esecutiva).

- In apposita udienza fissata allo scopo, sarà inoltre necessario il deposito, da parte dei creditori, delle rinunce agli atti della procedura esecutiva. Il Giudice, successivamente, dichiarerà l’estinzione della procedura esecutiva ed ordinerà la cancellazione della trascrizione del pignoramento.

- Infine occorrerà stipulare l’atto di compravendita nella stessa udienza, alla presenza del Notaio rogante.

Resto a disposizione per chiarimenti e porgo cordiali saluti

Avv. Marco Bini