Aggressioni a esponenti della Lega, Fratini (Pd): “L’unico nemico è l’odio”

FIRENZE – Su quanto successo ieri a Firenze (le aggressioni a esponenti leghisti) è intervenuto anche il capo gruppo del Pd in Città metropolitana Massimo Fratini. “Mai restare a guardare davanti a un’aggressione, – dichiara Fratini – per questo  esprimiamo  solidarietà a Montelatici per l’atto di vandalismo subito e al sindaco di Massa e all’assessore Ravagli che sono stati aggrediti. Il confronto politico deve essere franco ma mai volgare e aggressivo e meno che mai espresso da gesti violenti.  Le parole intrise d’odio, che si sono moltiplicate in questi anni, generano un clima in cui trovano spazio gli irresponsabili, al punto che è stata assegnata una scorta a Liliana Segre. Spero che tutti, soprattutto quanti hanno usato e usano le parole come pietre, vivano un ripensamento profondo per portare il confronto a un livello alto e degno della democrazia, senza nemici. L’unico nemico è odiare”.