A Campi gli italiani di corsa campestre: un mese all’evento

CAMPI BISENZIO – Un mese alla festa del cross 2020 di Campi Bisenzio, la due giorni dei Campionati italiani di corsa campestre individuali e di società che si terranno presso il parco di Villa Montalvo sabato 14 e domenica 15 marzo. L’Atletica Campi, che cura in prima persona l’organizzazione con il supporto del Comune di Campi e della Federazione italiana di atletica leggera, lavora da settimane per allestire al meglio un evento di grande portata che metterà Campi al centro dei riflettori dell’atletica nazionale e non solo. Sono previste oltre tremila presenze per quanto riguarda gli atleti, a cui vanno aggiunti tecnici, dirigenti e accompagnatori, con incremento importante di presenze per la città.

Sarà, questo, l’epilogo agonistico della stagione invernale della corsa campestre e saranno in gara le migliori squadre e i migliori specialisti da tutta Italia che, dopo la doppia fase regionale, si contenderanno i titoli italiani per società, oltre agli scudetti individuali delle varie categorie. Previsto anche il Trofeo delle Regioni, per rappresentative Cadetti e Cadette, una sorta di campionato italiano per regioni. Il sabato pomeriggio si comincerà con le staffette, a cui seguirà la presentazione ufficiale e la sfilata nel centro di Campi Bisenzio con avvio da piazza Gramsci e arrivo al Teatro Dante, dove saranno presentate le squadre delle rappresentative regionali. La mattina della domenica invece via alle grandi battaglie degli atleti e delle atlete delle varie categorie sui prati di Villa Montalvo.

La società gialloblu che ha sede presso lo stadio Zatopek punta a ripetere il successo dell’edizione mitica del 2009, che è rimasta nella memoria di tutti per il percorso reso particolarmente ostico dalle piogge che ininterrottamente erano cadute per tutta la settimana che precedette il giorno della gara.

Per quanto riguarda i percorsi, sono stati definiti e confermati, dopo il sopralluogo effettuato in questi giorni da parte dello staff tecnico della Fidal. Sarà occupata buona parte dei circa 18 ettari di terreno del parco, e lo schema base prevede un giro di 2 chilometri da ripetersi più volte a seconda delle varie categorie impegnate in gara. Sarà presente inoltre un PMA (punto medico avanzato) con il coinvolgimento di Pubblica Assistenza di Campi, Farmapiana, Fratellanza Popolare di San Donnino, Misericordia di Campi. Coinvolta anche la Protezione Civile e la Polizia Municipale.