Nucciotti: “Villa Il Palagio, che brutta cosa strumentalizzare l’accaduto…”

CAMPI BISENZIO – Si affida a un lungo post su Facebook Riccardo Nucciotti, assessore all’ambiente del Comune di Campi ed ex assessore ai lavori pubblici, per difendere il dipendente comunale rimasto coinvolto ieri mattina nell’incidente a Villa Il Palagio mentre era alla guida della ruspa.

“Ho letto – scrive – le dichiarazioni di due consiglieri comunali di opposizione sull’incidente accaduto ieri a Villa Il Palagio e la prima cosa che mi viene da dire è che “chi non fa non falla”, perché può capitare che quando uno lavora possa commettere degli sbagli, se uno non fa niente è più difficile. Ieri, durante un intervento di sistemazione del vialetto di accesso di Villa Il Palagio, dove ha sede la scuola dell’infanzia “Diego Cianti”, un operaio del Comune ha purtroppo urtato il cancello di accesso causandone la caduta e di conseguenza danneggiando anche la parte alta delle colonne. Conosco personalmente il dipendente del Comune, una persona competente, seria e molto preparata; negli anni ha sempre svolto il suo lavoro con impegno e passione e sono sicuro che il primo a dolersi dell’accaduto sia stato lui e leggere cose che ho letto mi hanno fatto riflettere molto su quella che è l’opposizione che attualmente siede nei banchi del consiglio comunale. Questi consiglieri hanno dichiarato che presenteranno un’interrogazione per capire cosa sia successo e chiederanno un’indagine interna. Non sarò io a rispondere, ma qui posso e voglio farlo; è accaduto che nello svolgimento del suo lavoro abbia commesso una manovra sbagliata, cose che capitano a chi lavora, ma strumentalizzare l’accaduto, solamente a fini politici, è per quanto mi riguarda una cosa veramente misera. Io sto dalla parte del dipendente, sto dalla parte di chi lavora, a maggior ragione in questa caso, perché conoscendo la persona ritengo doveroso esprimergli la mia vicinanza e la mia solidarietà. Che tristezza questa “politica” di aggressione e di rabbia, che tristezza questa voglia di apparire per forza denigrando tutto e tutti; queste persone non potranno mai avere a cuore Campi come vorrebbero far credere, perché di Campi Bisenzio a loro interessa veramente poco”.