Minacciano il barista con un “Taser”, gli rubano l’incasso e scappano con la sua macchina

CAMPI BISENZIO – Rapina con il “Taser” (la “pistola” elettrica usata per paralizzare i movimenti del soggetto colpito facendone contrarre i muscoli; per la legge italiana è considerato arma propria ma non arma da fuoco e per importarlo serve un’apposita licenza) ai danni del titolare di un bar della zona di via Barberinese. E’ successo questa notte, al momento della chiusura del locale, quando l’uomo stava raggiungendo la propria auto parcheggiata poco distante. I malviventi, a volto scoperto e sotto la minaccia di una pistola tipo “Taser” si sono fatti consegnare 5.000 euro in contanti, il telefono cellulare e le chiavi della macchina, con la quale poi sono scappati. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Signa che stanno tuttora indagando sull’accaduto.