D’Elia “Atto criminale posizionare le trappole vicino alle abitazioni”

CALENZANO – “Posizionare trappole per animali in zone boschive vicino al centro e vicino alle abitazioni private è un atto criminale che deve essere punito”.  E’ quanto afferma in una nota il consigliere di opposizione Americo D’Elia in seguito ad un fatto accaduto alcuni giorni fa quando le trappole posizionate in un’area vicino alle abitazioni, hanno ucciso un gatto domestico. E ieri mattina il consigliere D’Elia ha effettuato, con alcuni residenti della zona, un sopralluogo.

“Quello che abbiamo trovato ci sconvolge – dice in una nota D’Elia – il degrado di quelle zone è ormai noto, e ne abbiamo parlato tante volte ma non ci aspettavamo di trovare addirittura siringhe e tracce di bivacchi nella zona boschiva ed altamente paesaggistica con residui di focolai molto pericolosi vicino alle abitazioni, sedie residui di rifiuti in ogni angolo. Ho preso quindi contatto subito dopo il sopralluogo, con il Gruppo Nucleo Forestali di Firenze ed  ho inviato un esposto con le foto per chiedere un immediato controllo ed eventuale bonifica di quelle area per evitare che vi siano ancora trappole mortali per gli animali e per la messa in sicurezza di quelle area. Per le parti di competenza ho scritto all’assessore all’ambiente, carica ricoperta dal Sindaco Biagioli, all’ufficio ambiente e alla polizia municipale”.